Posts

Showing posts from 2008

Il sistemista

Mi h particolarmente colpito questo articolo di Giuseppe Cubasia su Punto Informatico.
La cosa strana è che quando l'ho letto la mia prima reazione è stata: "Questo lo faccio pure io".
Nel continuare a leggere ho notato che viene descritto (con minime discrepanze) il mio profilo...
Peccato che lo stipendio ipotizzato dall'autore dell'articolo sia ben lontana dal mio (e dalla media, come confermano alcuni commenti all'articolo)!

Fine stagione ciclistica 2008

Ebbene sì, un altro anno ciclistico è passato ed è ora di tirare le somme.

L'obiettivo principale dell'anno, ovvero raggiungere il traguardo del Prestigio 2008, è stato raggiunto.

Quest'anno la stagione è stata lunga e mi ha tenuto impegnato fisicamente e mentalmente fino a fine agosto (Oetztaler Radmarathon), mentre nel 2007 l'ultimo impegno era a inizio luglio.

Ho partecipato a 8 granfondo: meno del previsto, ma quest'anno è stao flagellato dal maltempo. Ho saltato tre gare per pioggia e una per mancanza di voglia.

Due gare molto impegnative e spettacolari del prestigio sotto la pioggia (Campagnolo e Carnia Classic), ma le ho portate a termine seppure con gande fatica.

La lista delle gare a cui partecipato:

Granfondo Laigueglia
Granfondo Selle Italia
Granfondo 10 colli
Granfondo Felice Gimondi
Granfondo Campagnolo
Granfondo Carnia Classic
Granfondo Pinarello
Oetztaler Radmarathon

Di queste ben quattro erano nuove per me, quindi ho conosciuto nuovi posti.

Della Oetztaler h…

Oetztaler Radmarathon

A distanza di un mese circa, scrivo dei quattro giorni passati in Austria a fine agosto, per la precisione a Soelden, in occasione di una bellissima quanto impoegnativa granfondo inserita nel circuito del prestigio già da vari anni: la Oetztaler Radmarathon

Sono partito venerdì dopo pranzo alla volta di Soelden e per arrivarci c'è una sola strada: salire il passo del Rombo da S. Leonardo in Passiria. Tale passo è anche l'ultima salita delle gara: si tratta solo di una salitina di 29 km e 1800m di dislivello (praticamente uno Stelvio un pò facilitato dalla presenza di un tratto centrale di falsopiano)

Arrivo a Soelden nel pomeriggio inoltrato e mi sistemo in camera. In quella in parte alloggia Joachim, un ciclista tedesco (ma parla bene l'inglese), che mi è stato di grande aiuto e compagnia, vista la mia totale ignoranza della lingua tedesca.
In serata andiamo a ritirare il pacco gara e ci rechiamo a cena in uno dei vari ristoranti del paese.

Sabato, dopo la colazione all…

L'importanza di lavare l'auto!

Image
Ok: è un po' che non lavo l'auto ed è un po' sporchina... Ma lo scherzo di oggi proprio non me lo aspettavo!

Qualcuno, conoscendo la mia particolare avversione verso alcuni prodotti di mamma Micro$oft, ha osato fare questo:



Quindi un consiglio, se non volete trovare sorprese come questa: lavate spesso l'auto!

Ciao

Stelvio

Da quando ho iniziato ad andare in bicicletta su strada con una certa regolarità, tra i tanti obiettivi (partecipare a granfondo, mantenermi in forma, ottenere buone prestazioni atletiche) mi sono promesso di visitare e scalare con la bicicletta le salite che hanno fatto la storia del ciclismo.

Vivendo in Lombardia, ho avuto la possibilità, in gara o per semplice passeggiata, di scalare alcune salite famose: Gavia, Mortirolo, Manghen, Montecampione, Vivione,  Zoncolan, Giau, Pordoi, Gardena, Sella, Falzarego, Duran, Valles, Staulanza, Giovo, Rombo, Brennero.

Mi mancava sicuramente lo Stelvio: così, in compagnia dell'amico e compagno di squadra Matteo, ho deciso che era ora di mettere a curriculum anche questa salita il 10 agosto 2008.

Ritrovo al casello dell'autostrada A4 alle 6.30 e via che si parte: verso le 9.15 arriviamo a qualche chilometro da Prato allo Stelvio, parcheggiamo e ci prepariamo. Il giorno prima ho fatto un lungo con parecchia salita (preparazione della Oetz…

100, 100^2, Stelvio, Prestigio ed Oetztaler

Eccomi dopo altre tre settimane.Ebbene sì: questo è il post numero cento e lo uso per elencare un po' di eventi

In questo periodo sono riuscito a raggiungere alcuni traguardi:

Post numero cento (appunto il 100 del titolo)
Ho raggiunto i 10000 km percorsi in questa stagione (100^2 nel titolo)
Ho finalmente scalato lo Stelvio, salita che non dovrebbe mai mancare nel curriculum di un ciclista
Ho bissato il titolo di Prestigio 2008, con sette gare su dieci
Ho partecipato e portato a termine la granfondo più dura d'Europa (o almeno considerata tale dalla grande maggioranza dei ciclisti)

Prestigio 2008: altre gare

Dopo tanto tempo ritorno a scrivere.

Adesso sono a quota sei gare del prestigio fatte su un minimo di sette.

Le ultime tre granfondo sono state impegnative e funestate dal maltempo.

Granfondo Campagnolo

La granfondo Campagnolo del 15 giugno 2008 mi è piaciuta parecchio: 218km e 5400m di dislivello circa.

Praticamente niente pianura, a parte qualche falsopiano e pochi chilometri intorno a Feltre in partenza ed arrivo.

In sequenza sono stati spianati: Forcella Franche, Passo Duran, Passo Valles, Passo Rolle, Passo Croce d'Aune.

Ho fatto tutto il Passo Valles e il Passo Rolle sotto acqua (a tratti mista neve). Tanto freddo, ma l'organizzazione è stata impeccabile, fornendo ai ciclisti infreddoliti guanti, teli di sopravvivenza e tanto tanto the bollente.  Proprio grazie al thè sono arrivato in fondo senza congelarmi.

Probabilmente una delle più belle granfondo che abbia mai disputato.

Alla fine ho spuntato un 278° posto su 1625 classificati (gli ultimi in classifica hanno fatto un p…

A volte ritorn(an)o

A distanza di quasi un mese, durante il quale ho fatto di tutto tranne che scrivere su questo blog, mi rifaccio vivo, con alcuni aggiornamenti di vario genere...

In questo mese ho partecipato a due granfondo del circuito "Prestigio 2008", a cui dedicherò due brevi post.

Ho avuto poi l'occasione di tornare, dopo12 anni, negli States (la prima volta era per vacanza a New York per qualche giorno, questa volta per lavoro.

Nelle prossime settimane sarò particolarmente impegnato tra allenamenti (mi aspettano gare molto impegnative), quindi non ci saranno ulteriori aggiornamenti per un po'.

Ci risentiamo in tempi migliori!

La battaglia del sistemista...

L'Universo può essere visto come una battaglia fra i sistemisti, che cercano di realizzare sistemi a prova d'idiota, e Dio che crea idioti sempre più sofisticati.

Inutile dire che, per ora, Dio sta vincendo.

(Autore Anonimo)

Prestigio 2008: si ricomincia!

Domenica 6 aprile ho disputato la prima prova valida per il circuito Prestigio 2008.

Si tratta della 12° edizione della Granfondo Selle Italia - Via del Sale con partenza a Cervia, in Romagna, e tre percorsi di diversa lunghezza e difficoltà. Io, per puntare al Prestigio 2008, sono obbligato a portare a termine il percorso lungo di 153 km e circa 2200m di dislivello, ormai invariato da anni.

Come ogni weekend di granfondo, trasferimento in auto il sabato, ritiro del pacco gara, sgambata nei dintorni di Cervia, cena in albergo e a letto presto.

La sveglia suone impietosa alle 6.00. Colazione abbondante  e chiacchierata con un altro ciclista che punta al percorso lungo.

Mi reco in griglia abbastanza presto, ma già ci sono parecchi ciclisti. Rispetto al 2007 ho un pettorale più basso (1262) e sono abbastanza avanti come griglia.

La partenza è puntuale alle 8.00 e, come ormai sono abituato, a ritmi indiavolati dal primo chilometro. Si viaggia in gruppo ai 45 km/h di media.

Qualche ciclis…

Wi-fi open? Sì, Grazie!

Segnalo un interessante intervista a Bruce Schneier, noto guru di sicurezza informatica, nonchè autore dei best-seller Applied Cryptography, Secrets and Lies e Beyond Fear, nonchè inventore dei due algoritmi di cifratura Twofish (finalista nella selezione per la scelta dell'algoritmo AES) e Blowfish

L'articolo prende spunto dalla rete wireless casalinga di Schneier, che, udite udite!, è aperta e non cifrata: secondo lui la sua rete wireless non vale abbastanza il tempo e il lavoro da fare per renderla sicura.

Nell'articolo Schneier motiva la sua scelta, parla un po' dei rischi che ciò comporta.

Buona lettura.

Ingegneria che passione!

Quasi quasi faccio richiesta per invalidare la laurea in ingegneria: l'ingegnere

Nmap 4.50

Con quasi un mese di ritardo, segnalo l'uscita della nuova versione di Nmap, celeberrimo tool di sicurezza che compie ben 10 anni.

Non si tratta di uno scanner di rete qualunque: è LO Scanner di rete per eccellenza.

Le nuove funzionalità sono talmente tante che ne cito solo alcune:

Una nuova interfaccia grafica Zenmap (io continuo a preferire la shell)
Una sistema di OS Fingerprinting di seconda generazione, completo di 1085 signatures, tra cui sono inclusi anche numerosi device come stampanti, switch, router, firewall, telefoni cellullari, Telefoni VOIP...
Un sistema di scripting che permette di aggiungere funzionalità come:

Query avanzate (whois, ricerca di share NFS SMB automatica)
Miglioramento delle capacità di detection dei servizi e delle versioni
Vulnerability detection and exploitation: è possibile agganciare degli exploit custom, sebbene gli autori non intendano trasformare Nmap in un exploit framework come Metasploit, Core Impact o BidiBlah


Nuove opzioni TCP ed IP non espl…

Harry Potter sul podio

Segnalo questo post di un amico riguardo ai tre libri più letti e stampati della storia umana.

Grande Pietro!