Thursday, September 14, 2006

Granfondo delle Cinque Terre e della Riviera Spezzina

Nel weekend tra del 9 e 10 settembre sono stato a Deiva Marina, in Liguria, con alcuni compagni di squadra per partecipare alla granfondo delle cinque terre e della Riviera Spezzina.

Ritrovo sabato mattina in centro per il caffè e poi partenza alla volta di un campeggio. In poche ore siamo arrivati là e ci siamo addentrati nel paese per pranzare. Purtroppo ho avuto l'impressione che albergatori non si fossero attrezzati per l'evento: a pranzo, per avere un piatto di spaghetti al pesto e un po' di pesce spada abbiamo dovuto aspettare più di due ore. Forse sarà la deformazione professionale che mi fa mangiare sempre di fretta...
Nel pomeriggio di sabato abbiamo ritirato i pacchi gara, sistemato i nostri poderosi mezzi per la gara e ci siamo poi diretti alla spiaggia di Deiva. Dopo tanti anni di vacanze passate in montagna ci voleva proprio un bel bagno nel mare.

La sera replica di pasta al pesto e pesce nel paese limitrofo di Moneglia e a letto presto.
La domenica ci siamo svegliati presto e abbiamo fatto un'ottima colazione in compagnia. Ci siamo recati in griglia. Con pettorali intorno al 610 ci siamo trovati abbastanza avanti in griglia.

Come sempre partenza a tutta, anche se in leggermente in salita. Recupero un po' di posizioni e trovo un bel gruppetto con cui proseguirò fino all'ultima salita.

Il tempo è bellissimo. Lo scenario della granfondo è stupendo. Purtroppo sono in gara e non ho la possibilità di ammirare con calma il paesaggio. Mi posso permettere solo alcune occhiate mentre sono in salita o mentre scollino, in discesa invece e' impossibile: sono abbastanza tecniche e impegnative.
Al bivio che separa i percorsi lungo e corto scelgo per il percorso corto: la condizione atletica non è più quella di qualche mese fa e non sono sicuro di riuscire a portare a termine il percorso da 180 km.

Proseguo in pianura per qualche km in compagnia di un gruppo di 20-30 ciclisti: si va a forte andatura (spesso e volentieri sopra i 40 km/h).

Arriva l'ultima salita. Per i primi km riesco ad andare bene, ma poi i migliori del gruppo se ne vanno via e non riesco a tenere il loro ritmo. Alla fine arrivo al traguardo in 76° posizione in 2 ore, 53 minuti e 21 secondi.

Mentre aspetto l'arrivo dei compagni di squadra mangiucchio qualche dolcetto e mi sdraio al sole. All'arrivo dei compagni partecipiamo all'ottimo pasta party. Alla fine ci trasferiamo al campeggio, ci laviamo e partiamo.
Ottima l'organizzazione, stupendo il posto. Credo proprio che l'anno prossimo ripeterò l'esperienza, magari scegliendo il percorso più lungo ed impegnativo.

Un grazie ai compagni di squadra che hanno allietato questo weekend.